ASD INOUT

Al momento INOUT è la società con maggior numero di affiliati alla F.A.S.I dell’intero territorio Cuneese.

FILOSOFIA

La filosofia delle Vele è improntata innanzitutto al divertimento. Le Vele sono un luogo dove chiunque può scalare divertendosi, a prezzi bassi e con una buona compagnia.

Le Vele non sono solo un muro di arrampicata, una palestra di free climbing e di fitness ma anche e soprattutto un punto di ritrovo, dove passare eccellenti serate con amici. Ovviamente si può trovare tutto quello che serve anche per allenarsi duramente e progredire, con blocchi e circuiti di difficoltà crescente tracciati con cura e dedizione, schede di allenamento, corsi e consigli preziosi forniti da personale fatto di istruttori qualificati e da appassionati.

Quello che presentiamo con le Vele è quindi un modo sociale e collaborativo di intendere l’arrampicata, un modo che lasci fuori dalla porta dissapori, tensioni e critiche ma sottolinei prima di tutto gli aspetti che rendono il nostro sport unico ed eccezionale.

STORIA

L’idea della La palestra di arrampicata “Le vele” nasce nei primi anni ’90, da un piccolo ma tenace gruppo di arrampicatori residenti a Chiusa di Pesio, ma è solo nel giugno del 1997 che avviene l’inaugurazione, illuminata dalla stella di Patrick Berhault, in un tripudio di folla. Pochi anni dopo, alle due “Vele” viene affiancata una sala indoor appositamente creata per il Bouldering. Il complesso di edifici così costituito rimane per molti anni l’unico creato in Piemonte appositamente per la disciplina dell’arrampicata sportiva.

I primi dieci anni di vita la struttura vedono la gestione quasi ininterrotta da parte del fortissimo arrampicatore Severino Scassa, accompagnato da alcuni fedelissimi.

Dal 2009 l’associazione sportiva Valle Pesio cambia nome in “A.S.D INOUT”, e si decide di gestire in autonomia il complesso sportivo.

In quasi dieci anni le attività svolte dall’associazione hanno riguardato la promozione dell’arrampicata sportiva mediante corsi istituiti per bambini, ragazzi , adulti, dal livello di base sino all’istituzione di un gruppo sportivo dedicato all’attività agonistica di alto livello. Di particolare rilievo il progetto “Oltre il verticale”, un percorso ludico/riabilitativo per ragazzi disabili svolto in sinergia dall’istruttore FASI Massimo Ricca e dagli educatori della cooperativa sociale “Proposta 80”, che pone l’a.s.d. INOUT tra i pochi centri in Italia a svolgere questo tipo di attività.